Cellule del cordone: un kit per conservarle in regalo a cinque mamme

quadro del parto A volte i regali possono essere inattesi e proprio per questo più graditi. E' quanto accade con il dono della Swiss Stem Cells Bank, la banca svizzera delle cellule staminali di Lugano, che ha deciso di mettere sotto l'albero cinque kit per la conservazione autologa delle staminali cordonali. Le mamme destinatarie saranno scelte da altrettante organizzazioni no profit che operano in favore dei bambini e delle famiglie.

I destinatari dei kit sono: l'associazione Vita di Donna di Roma e le ticinesi associazione Alessia, Fondazione Elisa, associazione asilo nido Il Cactus e Ocst, organizzazione cristiano-sociale ticinese. Filo conduttore è l'attenzione nei confronti della persona e del suo benessere. Tutte queste realtà hanno uno scopo condiviso: assicurare il futuro proprio come dichiara di voler fare la SSCB attraverso la propria attività di ricerca scientifica.

Ciascuna di queste organizzazioni dovrà individuare una futura mamma a cui consegnarlo e la Banca si occuperà di seguire l'iter burocratico, la raccolta e la conservazione delle staminali cordonali al momento del parto. Una scelta sempre più diffusa visti i dati scientifici che sembrano confermare lìimportante ruolo di queste cellule per la salute del nascituro. L'applicazione delle staminali cordonali, definite multipotenti, è approvata nel trattamento di leucemie, malattie del sangue e correlate al sistema metabolico.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail