Momenti irripetibili, l’abbandono del vasino

abbandono del vasinoAvete presente la scena del film “Senti chi parla 2” quando il bimbo, che nella versione italiana deve la voce a Paolo Villaggio, intende affrontare il terribile WC?

Il coraggioso bimbo affronta una vera e propria battaglia per venire promosso dalla società.

Ma ci avete mai pensato alla grandezza dell’evento che i nostri piccolini devono affrontare? Un vero e proprio trauma, abbandonare il pannolino già deve risultare una faccenda strana e complicata, si passa dall’assoluta anarchia e libertà di azione al dover addirittura chiedere e annunciare a tutti il bisogno imminente.

Mentre il vasino è piccolo, a pochi centimetri dal pavimento e il bambino, vedendo ciò che ha fatto, riesce ancora a gestire la situazione, affrontare il WC è tutta un'altra faccenda.

“Quella grande e spaventosa gola profonda dove, causa grandezza buco, rischio di cadere, perché prima o poi qualcuno si dimenticherà di mettere il riduttore, quel mostro senza fine, che mi tiene sospeso con i piedini a penzoloni e che fa tutto quel rumore insopportabile quando finisco.”

Un evento unico che quando avviene suscita grandi grida di incoraggiamento da parte dei genitori, increduli di fronte all' attesa fortuna, è finita l’era del pannolino, e pretendono di festeggiare il figliol prodigo.

E’ giusto, ma prima fate godere al bimbo la guadagnata privacy, se l’è meritata.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: