La varicella in gravidanza è pericolosa? Tutti i possibili rischi per mamma e feto

donna in gravidanza

Le mamme in dolce attesa hanno sempre paura di ammalarsi, sia per paura della reazione dei farmaci sul loro pancione sia per i problemi che potrebbero insorgere non solo nelle donne ma anche nel feto. Una delle malattie che forse fa più paura è la varicella in gravidanza: è davvero così pericolosa e rischiosa per la mamma e per il futuro nascituro?

La varicella è una malattia infettiva che si trasmette con il contatto tra persone o con colpi di tosse e starnuti. E' contagiosa un paio di giorni prima che compaiono i primi segni sulla pelle, quindi difficile evitare il contatto con persone già affette. Il pericolo di contagio dura finché non arrivano le croste.

In gravidanza la varicella può causare complicanze anche gravi.

Le donne in dolce attesa che contraggono la varicella possono essere soggette a complicazioni gravi: il 10-20% delle gestanti riferiscono anche casi di polmonite, con rischio di decesso pari al 40%. Se la varicella colpisce le future mamme nel primo e nel secondo trimestre di gravidanza, il rischio di malformazioni congenite nel bambino è minimo (0,4-2%). Se la mamma manifesta l'eruzione cutanea da 5 a 2 giorni dal parto, i bambini sono a rischio varicella appena nascono, con un rischio di decesso pari al 30 per cento.

Il vostro ginecologo sicuramente vi consiglierà di fare il vaccino (se già non avete contratto la varicella) prima di cercare di avere un bambino, almeno tre mesi prima. Non ci si può vaccinare, infatti, a gravidanza già in corso. Non è controindicato, invece, durante l'allattamento.

Ovviamente durante la gravidanza, la gestante dovrà fare molta attenzione a non entrare in contatto con persone, adulti o bambini, che siano affette da varicella, per evitare al massimo le possibilità di contagio. Il vaccino rimane comunque la scelta consigliata, proprio come avviene per la rosolia pericolosa in gravidanza.

Foto | Getty Images

Via | Farmaco e cura

  • shares
  • Mail