Il vino in gravidanza fa bene o si può bere?

vino in gravidanza

Bere vino in gravidanza può far male al feto? Se lo chiedono tutte le donne in dolce attesa, che non sanno se sia corretto assumere alcolici o meno. Sappiamo tutte che un bicchiere di vino a pasto non può che far bene: come tutte le cose, basta non esagerare e limitarsi alle dosi consigliate. Ma cosa succede se siamo in attesa di un figlio? Il consiglio è ancora valido oppure no?

Va detto che l'alcol in generale è decisamente sconsigliato in gravidanza: è una delle cose che dobbiamo togliere del tutto o limitare al massimo quando siamo in attesa di un bebè. I bambini che portiamo nel grembo, infatti, non assimilano bene l'alcol, ne tantomeno lo digeriscono. E in casi estremi potrebbe anche arrecare danni al feto. Mi riferisco alla Sindrome Alcolica Fetale.

La Sindrome Alcolica Fetale è una patologia che colpisce i neonati non appena nascono: potrebbero avere anomalie craniofacciali come la microcefalia, disfunzioni del sistema nervoso centrale come iperattività, deficit di attenzione, ritardo mentale e disfunzioni dell’apprendimento, rallentamento della crescita, epilessia, scanalatura sottosviluppata tra naso e labbro superiore, difficoltà e scarsa abilità di socializzazione, oltre che difficoltà di apprendimento.

Ma tale sindrome può portare con sè anche altre complicazioni a livello renale, cardiaco e gastrico. Insomma, tante patologie che potrebbero causare problemi nella crescita sana e serena del nostro bambino.

Va da sè che bere vino in gravidanza non è consigliabile: nove mesi senza alcol o limitando l'assunzione ad un bicchiere (ma non di più!) a pasto, per il bene del futuro bambino, sono un "sacrificio" che possiamo fare per vivere serenamente il parto. Come sarebbe bene smettere di fumare in gravidanza, per la nostra salute e anche quella del bambino.

Foto | Getty Images

Via | Tutto sulla nutrizione

  • shares
  • Mail