Capodanno per bambini, il decalogo dell'Ospedale Bambin Gesù

fuochi capodanno

Ogni anno si ripetono gli stessi consigli, le stesse regole, tanto da chiedersi cosa non vada nella mente di alcune persone che ancora si ostinano a farsi, e fare, del male con i botti di capodanno, eppure è il 31 dicembre e siamo ancora qui a ribadire i rischi dei fuochi d'artificio se usati male, traumi, lesioni da scoppio, ustioni, danni oculari, e le vittime sono spesso i bambini.

L' Ospedale Bambin Gesù di Roma ha indetto una campagna di sensibilizzazione, inviando “i consigli degli esperti per un veglione senza rischi”, se consideriamo che ogni anno sono proprio i bambini il numero più elevato di feriti che arrivano al Pronto Soccorso, maschi, perchè sparano botti con papà, apprezzeremo ancora di più l'iniziativa.

I consigli sono: utilizzare fuochi all'aperto; allontanarsi a distanza di sicurezza una volta attivati; non raccogliere mai i fuochi inesplosi; in caso di piccole ustioni mettere la cute sotto l'acqua corrente e recarsi al Pronto Soccorso; i fuochi devono venire acquistati solo in negozi provvisti di apposita licenza; i fuochi devono avere l'etichetta che riporta le modalità d'uso; sono sempre vietati ai minori di 14 anni, perchè anche i più semplici possono recare danni. Le trovate indicazioni banali? Eppure ogni anno si devono ripetere e sempre più ad alta voce.

Via | Periodicoitaliano.info

  • shares
  • Mail