Il corredino per il neonato più economico e facile mese per mese

corredino per il neonato economico

Oggi vediamo insieme come fare il corredino per il neonato nel modo più economico e facile mese per mese. Si può già iniziare in linea di massima dal secondo trimestre, e precisamente dal quinto/sesto mese, quando abbiamo passato il periodo più delicato della gravidanza. Comprando poco a poco i capi d'abbigliamento e gli accessori che servono per il futuro bebè la spesa sarà più leggera a primo impatto, quindi il nostro primo consiglio: non aspettate l'ultimo minuto.

Non esagerate nemmeno acquistando troppe cose, perchè bisogna sempre tenere in conto che alla nascita, solitamente, si è sommersi di regali e regalini, e nella norma si tratta di abbigliamento e vestitini per il piccolo. La priorità è il corredino per il neonato dei primissimi giorni, cioè quello per l'ospedale. Dobbiamo pensare, cosa serve? Cosa è imprescindibile? Scopriamolo insieme.

Potete fare tranquillamente una lista scritta. Nella mia metterei tra gli acquisti più importanti il famoso passeggino trio, forse una delle spese più ingenti da realizzare per il bimbo in arrivo. Se non volete spendere cifre importanti, prima di tutto informatevi se c'è qualche parente che ve lo può passare o vendere usato, chiaramente deve essere in buone condizioni.

Risolto il problema trio il prima possibile (già al quinto/sesto mese di attesa) ovvero passeggino, seggiolino e carrozzina, accessori indispensabili per il neonato, si può passare oltre. La valigia per il parto, e quindi il corredino bebè, si può preparare già al settimo mese. Deve essere pronta in caso di ricovero prematuro. Chiedete al reparto di ostetricia e ginecologia dove avete deciso di partorire di darvene una (di solito la forniscono senza problemi), perchè ogni ospedale cambia leggermente le sue preferenze.

In generale la lista per il corredino del neonato in ospedale comprende: 5 body (dipendendo dalla stagione), 4/5 tutine di ciniglia o cotone intere o due pezzi, bavaglini baby, manopoline per le manine, calzini di cotone, berrettina, giacca e copertina. Si preparano in quattro/cinque sacchetti diversi contenenti un cambio completo, all'esterno scrivete il nome del vostro bimbo (attenzione in questa fase è inevitabile che scenda qualche lacrimuccia).

Al settimo mese, iniziate a prepare il fasciatoio (da mettere in lista) con i pannolini della misura più piccola, la crema barriera per gli arrossamenti, olio idratante per la pelle, bagnoschiuma ph neutro, il termometro per l'acqua e per la febbre, un accappatoio, un pettinino e una forbicina bebè per le unghie.

Durante l'ottavo mese potete preparare la stanza che accoglierà il neonato, anche se appena nato di sicuro starà vicino a voi. Il bimbo i primi mesi può dormire anche nella carrozzina del trio, anzi di solito è meglio, perchè non si sente sperduto in troppo spazio del lettino, o in alternativa nella culla, ma non la classifico come oggetto indispensabile. Vi servono però due corredi di lenzuolina e copri materasso mini. In questo ultimo mese di gravidanza createvi anche una mini farmacia, per non correre a prendere tutto dopo il parto. Deve comprendere: garzine sterili e elastico per la medicazione dell'ombelico, disinfettante baby, supposte di tachipirina (credetemi servono sempre anche più avanti per le vaccinazioni).

Nel nono mese, andiamo a pensare alle cose più pratiche, cioè l'alimentazione. Non un grande problema se allattate al seno. Ma io consiglio di avere sempre almeno un biberon 0-3 mesi in casa e una confezione di latte artificiale di scorta, in caso di problemi dell'ultimo minuto. Lo sterilizzatore è un optional, ovvero si può acquistare ma si può anche sterilizzare alla vecchia, acqua bollente per 15 minuti. Idem per lo scaldabiberon, non è indispensabile, è comodo quello sì, ma si può scaldare il latte anche a bagnomaria.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail