Quando pensiamo alla nostra vita da genitori, difficilmente pensiamo che potrebbe toccarci fare tutto da soli. Spesso le donne, anche se sposate, hanno comunque questa sensazione (maschietti perdonate la battuta), ma un altro paio di maniche è essere soli davvero, sia mamme che papà. Non ci sono solo le difficoltà economiche, ma anche la mancanza di confronto con un compagno, la possibilità di prendersi del tempo per sé, di dividere e condividere il peso che la crescita di un figlio comporta. In rete, si occupano del problema due diversi tipi di associazioni, nate in modo completamente diverso l’una dall’altra.

Nel 2002, una giovane donna perde suo marito durante la gravidanza. I mesi durissimi che le toccherà affrontare le insegnano che il supporto degli altri è fondamentale per andare avanti. Fonda così nel 2004 l’Associazione Genitori Soli, che tramite il sito Web offre l’apporto di pedagogisti, psicologi e associazioni. Il sito ha un suo Forum, offre anche notizie sulle conferenze sul tema e sui centri di aiuto. Infine, invita i suoi quasi 1800 iscritti a proporre progetti e a dare suggerimenti. Scopo più ampio di questo progetto è sensibilizzare l’opinione pubblica sui genitori che per vari motivi devono crescere da soli i propri figli.

Nasce invece nel 2002 lo spazio virtuale per Genitori Single. Il suo ideatore aveva notato che nel sito Vita da Single erano molti i genitori soli che si confrontavano sul tema. Ha perciò pensato di far nascere uno spazio tutto per loro in cui confrontarsi, tramite lo strumento del Forum e incontrarsi tramite i Meeting, in cui i bambini hanno un loro spazio, seguiti da baby sitter professionali e arricchito a volte da maxi schermi con cartoni animati.

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Papà Leggi tutto
I video di Pinkblog Guarda di più

BAMBINO TESTONE