A cosa serve la benda per l'occhio pigro e come farla accettare al bambino?


L’occhio pigro o ambliope è un difetto visivo tipico dell’infanzia che causa di un ridotto sviluppo della funzione visiva, che si manifesta con l’esclusione dell’occhio interessato. Praticamente il cervello disattiva un occhio, se c’è per esempio una divergenza (verso l’interno o verso l’interno) come lo strabismo o se c’è una condizione di grave miopia.

Questo difetto si tratta con la benda e si va a coprire l’occhio che funziona correttamente, per un certo numero di ore al giorno. In linea di massima, l’ambliopia viene diagnosticata nell’infanzia e difficilmente si manifesta dopo gli otto anni. Non è facile far accettare la benda da pirata al bambino, ma è molto importante.

A che cosa serve? Il cervello si riorganizza e riattiva le aree, definite impigrite, favorendo la scomparsa del difetto. Per anni la tecnica del bendaggio non è stata supportata da nessun contributo scientifico, finché nel 2011 una ricerca di Claudia Lunghi dell'Istituto di neuroscienze del CNR di Pisa ha davvero rivoluzionato il modello terapeutico, dimostrando non solo l’efficacia, ma che la benda può essere utilizzata anche sugli adulti.

Come si può aiutare il bambino? Sicuramente facendogli vivere questa situazione come un gioco. Non obbligatelo ad andare a scuola con la benda, ma fategliela tenere magari quando è a casa. Deve sentirsi un pirata e vivere il bendaggio come un travestimento, non una forzatura.

Via| Più Sani e Più Belli; Oftalmoprevenzione

  • shares
  • Mail