Tanti esercizi di ginnastica per l'occhio pigro da fare facilmente a casa


L’occhio pigro si può curare anche con la ginnastica. Accanto all’uso della benda, di cui abbiamo parlato i giorni scorsi, ci sono una serie di esercizi volti a rafforzare i muscoli oculari e a stimolare il centro di visione del cervello. Con quest’allenamento il bambino deve imparare a controllare i muscoli degli occhi per poter vedere in modo corretto. Questa terapia è utilizzata anche per lo strabismo.

È importante sapere che gli esercizi vanno affiancati a una terapia medica. Nel caso della benda, ricordiamo che questo strumento deve coprire l’occhio buono, affinché quello “malato” possa lavorare per ristabilire la normale condizione. Ma quali sono questi movimenti? Prima cosa è bene farsi aiutare dal proprio oculista o da un optometrista specializzato in visual training. Con gli esperti, il bambino deve imparare il metodo con cui lavorare.

Ritagliate poi un piccolo spazio, durante la giornata, dedicata a quest’attività. Potrebbe essere mezz’ora nel primo pomeriggio o la sera prima di andare a dormire. Deve diventare parte della routine quotidiana. Tra gli esercizi base è quello di mettere a fuoco le immagini all’interno di alcune linee. Si utilizzano degli attrezzi specifici come le palline e le corde. È molto divertente e dovrebbe essere vissuto dal piccolo come un gioco, non una terapia medica.

Esistono poi dei giochi a puzzle, come parole crociate, videogiochi o appositi libri, studiati appositamente per stimolare l’occhio, mentre quello sano è bendato. Vediamo ore due esercizi facili:

Fate fissare al bambino un punto del proprio viso (bocca, fronte, naso) e intanto abbassare il mento e poi rialzatelo continuando a mantenere lo sguardo fisso in quella direzione. Poi girare la testa a destra e a sinistra.

Fissare una penna posizionata davanti agli occhi a una distanza di circa 20 cm. Spostare avanti e indietro l’oggetto, mantenendo fisso lo sguardo.

Via| Medica

Foto| Flickr

  • shares
  • Mail