In aereo con il pancione

Sotto un aeroplano in volo “La gravidanza non è una malattia”. Lo dicono in molti, e se si sta bene ci si può anche concedere qualche vacanza prima del lieto evento. Magari anche in aereo! Volare in dolce attesa non è controindicato, nei primi 8 mesi e con le dovute attenzioni per chi non ha una gravidanza a rischio.

Tra il quinto e il sesto mese mi sono concessa una piccola vacanza a Nizza, in Francia. Ho così volato Roma Nizza. Prima di decidere di partire mi sono informata in giro e ho consultato il mio ginecologo. Come lui mi ha spiegato, non è tanto l’aereo ad essere pericoloso, quanto lo stress che può provocare l’insieme del viaggio. Ci sono voli, ad esempio, che partono alle prime ore del mattino e costringono ad alzatacce. Peggio se si tratta di voli molto lunghi e se dopo essere atterrate non abbiamo la possibilità di riposarci. Nel mio caso si trattava solo di poco più di un’ora. Inoltre, il motivo del mio viaggio era “piacevole”: 4 giorni tra Nizza e Cannes a trovare degli amici! Diverso sarebbe stato se avessi viaggiato per lavoro e se dopo l’atterraggio avessi dovuto affrontare un tour de force! Questo non significa che non si debba o possa viaggiare per lavoro: l’importante, credo, sia organizzare il viaggio in modo tale da non velocizzare troppo i nostri ritmi.

Prima di prenotare è inoltre essenziale consultare la compagnia aerea con la quale si sta viaggiando per informarci su vantaggi o limiti per chi vola in gravidanza. Io, ad esempio, ho viaggiato con Air France che si limita a richiedere un semplice accordo medico solo per chi è al non mese o per chi ha una gravidanza a rischio. E’ utile, in ogni caso, avere sempre con sé un certificato che attesti a che settimana stiamo.

Su internet e numerose riviste si trovano moltissimi consigli per chi decide di volare durante questi magici nove mesi. Importante, ad esempio, è fare attenzione ai viaggi molto lunghi per evitare di incorrere in trombosi venose. E’ consigliato, quindi, alzarsi, camminare, girare le caviglie e indossare calze a compressione graduata. In realtà, si tratta di accorgimenti che io ho sempre usato quando ho viaggiato per molte ore…rendono il volo sicuramente più comodo evitando piedi gonfi e formicolanti!

Infine, quello che vi consiglio io è: viaggiate con entusiasmo! Seguite tutte le accortezze che gli esperti vi suggeriscono ma godetevi il vostro viaggio e magari la vostra vacanza…pensando che il vostro piccolo/a, anche se non lo sa, sta volando nel cielo!

Foto| thenewarea51

  • shares
  • Mail