I bambini sbadigliano anche nel pancione

I bambini nel pancione sbadigliano! A quanto pare non si limitano a scalciare o a succhiarsi il pollice. Uno studio della Durham University ha dimostrato che gli sbadigli sono molto presenti nel feto, soprattutto nelle prime settimane di gravidanza, per poi ridursi verso la 28esima settimana.

I ricercatori hanno usato l'ecografia 4D che si differenzia dall'ecografia 3D perché permette di vedere il movimento e proprio questo ha permesso di capire che più della metà dei movimenti di apertura della bocca dei feti sono in realtà sbadigli. E' la durata a fare la differenza!

L'esatta ragione per cui il feto sbadiglia è ancora oscura, però questa ricerca suggerisce che gli sbadigli potrebbero essere collegati allo sviluppo del cervello del feto all'inizio della gravidanza.

Infatti la ricercatrice Nadja Reissland del Dipartimento di Psicologia della Durham University afferma:

I risultati di questo studio dimostrano che lo sbadiglio si può osservare in feti sani. Inoltre la frequenza degli sbadigli diminuisce con l’aumentare dell’età. A differenza di noi, i feti non sbadigliano perché "contagiati" o perché hanno sonno. La frequenza degli sbadigli nel grembo materno può essere legata alla maturazione del cervello nelle fasi iniziali della gestazione. Dato che la frequenza di sbadigli nel nostro campione di feti sani è sceso dalle 28 alle 36 settimane di gestazione, questo sembra suggerire una funzione di maturazione.

Insomma, la presenza degli sbadigli potrebbe diventare un ulteriore strumento diagnostico per la salute del feto, prima però serviranno altre ricerche.

Via | La Stampa.it

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail