Come curare la distorsione della caviglia nei bambini


La distorsione alla caviglia nei bambini è davvero molto frequente. Giocano, corrono come dei matti e soprattutto non guardano mai dove mettono i piedi. È un attimo piegare male l’articolazione e cadere. Cosa deve fare la mamma per curare la caviglia gonfia? Prima cosa è meglio accertarsi che non ci sia nulla di rotto, quindi fatelo vedere a un medico e se non riesce proprio a camminare meglio andare dritti al pronto soccorso.

Può succedere che oltre al gonfiore, compaia anche un ematoma. È normale, non spaventatevi. Il bambino deve stare a riposo assoluto e soprattutto non deve sollecitare la caviglia in alcun modo. Non dovrebbe essere molto difficile, almeno le prime 24 ore, convincerlo per via del male. È importante fare degli impacchi di ghiaccio, che non toglieranno solo il dolore ma anche il gonfiore.

Il ghiaccio non deve essere applicato direttamente sulla pelle: usate una bustina apposita o avvolgetelo in una salvietta. Ogni impacco deve durare circa 15 minuti. Se per la prima medicazione avete del ghiaccio secco: benissimo.

Nei casi più gravi, può essere necessaria una stecca o un bendaggio contenitivo. In farmacia vendono delle cavigliere. Fategliela indossare quando non è a casa, per esempio a scuola. Lo aiuterà a camminare meglio. Inoltre, potete utilizzare dei rimedi naturali: come un impacco di arnica. Esistono delle pomate eccellenti, che possono dare immediato beneficio.

Foto| Flickr

  • shares
  • Mail