Il bonus bebè 2013 per pagare la baby sitter o il nido alle mamme lavoratrici

bonus bebe

Nuovo bonus bebè per tutte le mamme lavoratrici, alle quali verrà corrisposta una sorta di rimborso per pagare l'asilo nido dove mandare il neonato o la baby sitter. Dal 2013, infatti, le famiglie potranno usufruire di questo bonus di 300 euro al mese, da ottenere per un massimo di sei mesi e comunque non oltre il compimento di un anno.

Questo nuovo bonus bebè è stato inserito all'interno del regolamento che il ministro del Welfare, Elsa Fornero, ha ideato e che è già approdato all'ufficio legislativo del ministero dell’Economia. La somma potrà essere utilizzata esclusivamente per pagare l'asilo nido o la baby sitter, secondo modalità che sono previste dagli articoli che formano il nuovo regolamento.

Il nuovo bonus bebè potrà essere richiesto sia nel caso i genitori decidano di affidare il loro piccolo alle cure di un asilo nido (in questo caso il versamento verrà fatto direttamente dallo stato) o nelle mani di una brava baby sitter (in questo caso, invece, verranno corrisposti dei voucher, dei buoni per il lavoro occasionale).

Secondo il regolamento, la precedenza verrà data a chi dimostra di avere un Isee più basso e, in caso di versamento del bonus, la mamma non potrà chiedere in quel periodo il congedo facoltativo che segue la maternità obbligatoria, ovvero i sei mesi di aspettativa dal lavoro con stipendio corrisposto al 30%. Congedo che comunque si potrà prendere fino al terzo anno di vita.

Questo nuovo regolamento prevede anche norme per i papà: un giorno di permesso verrà pagato al 100 per cento, così come gli altri due facoltativi, concessi solamente se la mamma rinuncerà a due giorni della sua maternità obbligatoria.

Non tutte le mamme, purtroppo, potranno accedere a questi fondi, dal momento che per tre anni verranno stanziati 20 milioni: i soldi potrebbero bastare per poco più di 11mila. La richiesta verrà fatta online, chi ha l'Isee minore ha diritto di precedenza, mentre a parità di Isee, otterrà il bonus chi ha presentato prima la domanda, presentazione che avverrà come per la regolamentazione di colf e badanti.

Via | Oggi

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail