Qual è lo Stato migliore in cui nascere nel 2013? Ecco la classifica


Non si può scegliere dove nascere: va a fortuna. Eppure dallo Stato in cui si nasce, dipendono tante cose, dall’assistenza sanitaria alle prospettive di lavoro future, dal benessere economico di mamma e papà alla possibilità di studiare in ottime scuole vicino a casa, ecc. Il settimanale The Economist ha stilato una classifica, in occasione del suo speciale "The World in 2013", che sarà nelle edicole per la fine dell’anno con le previsioni economiche per il futuro.

Gli esperti inglesi hanno quindi incrociato diversi dati (tasso di disoccupazione, criminalità, assistenza sanitaria, clima, scuole, ecc) e sono stati in grado di calcolare il luogo migliore in cui nascere. Brutte notizie per l’Italia, che come sempre non rientra nelle prime postazioni. In testa, invece, trionfa vittoriosa la Svizzera, considerata una delle nazioni meglio governate e ricche al mondo.

Al secondo posto, invece, c’è l’Australia, terra di opportunità e aperta ai giovani, seguono poi i Paesi del Nord Europa, Norvegia, Svezia e Danimarca. Non è un caso che questi Stati non facciano parte della moneta unica e quindi siano relativamente toccati dalla crisi europea. L’unico Paese dell’UE nella top ten è l’Olanda, all’ottavo posto. L’Italia purtroppo è al 21esimo e nonostante la posizione non sia proprio virtuosa, batte la Francia (al 26esimo) e la Gran Bretagna (al 27esimo). Invece, la forte Germania si posiziona sopra, al 16esimo posto dividendolo con gli Stati Uniti (che 25 anni fa erano in testa al primo posto).

Fanalino di coda europeo c’è poi la Spagna al 28esimo e la Grecia al 34esimo, mentre l’Irlanda batte l’Italia con un ottimo 12esimo posto. Nella seconda metà della classifica (sono 80 i Paesi in tutto) troviamo poi la Cina 49esima, l'India 66esima, la Russia 72esima. Il peggiore Stato in assoluto è la Nigeria. Qui la mortalità infantile è davvero alle stelle e sono tantissimi i bimbi che non riescono a festeggiare il quinto anno di età.

Via| Repubblica
Foto| Flickr

  • shares
  • Mail