Come prepararsi alla gravidanza, una guida alle domande più comuni


Prepararsi alla gravidanza è sicuramente molto emozionante e ci sono tante domande cui rispondere. La prima cosa da fare, in assoluto dopo il test, è chiedere appuntamento al proprio ginecologo. Di solito si tratta di una visita conoscitiva, nel senso che il medico dovrebbe prescrive degli esami del sangue di routine e certificare con un’ecografia la gravidanza. È proprio però durante questo incontro che le future mammine possono dare sfogo alle proprie domande.

Quante visite bisogna fare dal medico? Non c’è una regola. Di solito si fanno tre ecografie (quindi tre incontri obbligatori sicuri) e poi nella seconda metà della gestazione si può anche fissare un appuntamento al mese di controllo. Come si sceglie il ginecologo? Si consiglia di individuare una persona di fiducia, con cui vi sentite a vostro agio. E’ preferibile che sia comodo a casa e che lavori nell’ospedale in cui avete deciso di partorire.

Il mio ginecologo sarà quello che mi assiste al parto? Non è detto. Il vostro bambino potrebbe venire al mondo senza la presenza del medico prescelto, che potrebbe non essere di turno. Non preoccupatevi in ospedale ci sono altri dottori bravissimi. Inoltre, è l’ostetrica la figura principale durante il parto. Bisogna fare il corso preparto? Assolutamente sì. È molto consigliato.

È inutile pensarci nel terzo trimestre, partecipate dal sesto mese in poi. Posso fare ginnastica durante i nove mesi? Sì, è possibile. Il primo trimestre è il momento più delicato e magari non esagerate. Dopo scegliete uno sport non troppo faticoso, come la piscina, e tenetevi in forma. Potete anche fare l’amore, fino all’ultimo giorno, se il medico sostiene che non ci siano controindicazioni.

Foto| Flickr

  • shares
  • Mail