Gravidanza: il tè verde é meglio evitarlo

Gravidanza: meglio evitare il tè verde Nel corso della gravidanza arrivano consigli di ogni tipo, Su come dormire, su come mangiare, in quale posizione mettersi quando si dorme. Quando aspettavo la mia bambina cercavo di selezionare i consigli altrimenti sarei diventata matta. Sul lato alimentazione non ascoltavo un granchè anche perchè avevo tali nausee che rigettavo tutto quello che ingerivo.

L'unica cosa che riuscivo a mandare giù era l'insalatina e il tè, anche verde. Oggi scopro che forse ho fatto male. Nonostante si parli delle proprietà terapeutiche del tè verde che aiuta a risolvere problemi come la ritenzione idrica, il sovrappeso, i disturbi epatici e renali, oltre al fatto che gli scienziati ritengono che sia efficace contro i tumori e le malattie cardiovascolari, sembra sia meglio evitarlo.

La cosa migliore é evitarlo perchè neutralizza l'efficacia dell'acido folico (fortunatamente io ne prendevo un supplemento in pasticche) che è vitale per impedire che sopraggiungano difetti del tubo neurale al feto, nel primo mese dopo il concepimento. L'effetto del tè sarà comunque minimo se continuate a mangiare le verdure a foglia verde come insalata, broccoli e spinaci, e a prendere un supplemento di acido folico, ma perché rischiare? Superate almeno i primi tre mesi. Dopo il primo trimestre, berne una tazza al giorno andrà benissimo. Gli articoli su Buzzle e su BabyCenter dimostrano che recenti ricerche hanno fatto sorgere dubbi riguardo gli eventuali benefici della bevanda in gravidanza.

Foto | Flikcr
Via | Parenting

  • shares
  • Mail