Ecco i requisiti necessari per adottare un bambino


Adottare un bambino per molte coppie è l’unico modo per diventare genitori, ma chi può intraprendere questa strada? Ci vogliono dei requisiti ben precisi, come previsto dall’ art. 6 della legge 184/83 (come modificata dalla legge 149/2001), che disciplina sia l’adozione sia l’affido. Purtroppo sono tanti i piccoli che attendono una famiglia, ma non è così semplice allargare il proprio nucleo.

L’adozione è permessa alla coppia unita in matrimonio da almeno tre anni. Questo periodo può essere anche la somma tra convivenza prematrimoniale e matrimonio, purché si possa dimostrare. I genitori adottivi devono essere in grado, inoltre, di istruire, educare e mantenere i figli minori. Inoltre, non devono esserci in corso procedimenti di separazione. Ci sono dei limiti di età? Ovviamente sì.

La differenza minima tra adottante e adottato non deve essere minore di 18 anni e maggiore di 45 anni per uno dei due coniugi e di 55 anni per l’altro. Questo limite può essere derogato se si adottano due fratelli o in casa è presente un altro figlio minorenne naturale o adottivo. Questi limiti sono stati introdotti per garantire ai genitori e soprattutto al bambino la famiglia più adatta e idonea in cui crescere.

Infine, il matrimonio, l’età e le possibilità economiche ovviamente sono dimostrabili attraverso una documentazione facilmente reperibile, mentre l’idoneità a educare e a istruire deve essere stabilità dai servizi socio-assistenziali locali. Sono previsti quindi incontri sia con gli assistenti sociali sia con gli psicologi per capire l’origine e le basi di una scelta così importante.

Via| Commissione Adozioni
Foto| Flickr

  • shares
  • Mail