Mia figlia frequenta il nido comunale che, attualmente, è una bella sintesi della popolazione mondiale. Abitiamo in una regione con un forte tasso di immigrazione e la mia piccola ha la fortuna di considerare bambini e non bambini stranieri i coetanei in classe con lei. Anche noi genitori, malgrado timori e diffidenze, impariamo da questa convivenza. Forse anche perché difficilmente percepiamo un bambino, anche se straniero, come qualcuno di diverso o come un invasore.

A sorpresa, da sua nonna, la mia piccola ha ricevuto un regalo che completa questa visione del mondo e l’arricchisce. E’ un libro delle edizioni Larus, intitolato Il tuo primo libro dei bambini di tutto il mondo. Diviso in cinque capitoli che parlano di altrettanti continenti, il libro descrive la vita delle diverse popolazioni attraverso colorate illustrazioni corredate da didascalie a da suggerimenti per costruire giochi di altri paesi.

Di ogni paese vengono poi spiegate le usanze, le tradizioni popolari e ci sono anche cenni della cucina tipica. D’altronde ormai la cucina di altri paesi fa parte spesso della nostra quotidianità. Proprio oggi una delle maestre di mia figlia mi ha detto che aveva mangiato senza problemi tutto il tofu! Penso che un giorno sarà bello spiegarle come attraverso di lei è stato più facile anche per noi avere una visione più semplice e ricca dei rapporti umani.

Foto | Flickr

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Cronaca Leggi tutto