I problemi agli occhi colpiscono quattro bambini su dieci in Italia


Sono numerosi i bambini con difetti alla vista, le cosiddette patologie oftalmiche. Purtroppo quasi il 40 percento dei piccoli italiani, con un’età compresa tra i 4 e i 14 anni, presenta dei problemi agli occhi. A dare questa notizia è un’indagine condotta dall'ASSILT (Associazione per l'assistenza sanitaria integrativa ai lavoratori delle aziende del Gruppo TelecomItalia) su un campione molto vasto (10 mila bambini).

Quali sono i disturbi più diffusi? Il 32 percento soffre di vizi da refrazione. Il 13 percento dei ragazzi presenta allergie a farmaci o a altre sostanze. Insomma, la situazione non è serena, soprattutto se si leggono i dati nel dettaglio. 580 piccoli pazienti sono risultati affetti da ambliopia ovvero l’occhio pigro. Il 2,55 percento ha spesso la congiuntivite. Ci sono stati solo 7 casi di cataratta congenita.

Lo studio ha fotografato anche la distribuzione di queste patologie. La Valle d’Aosta è la regione in cui i bambini hanno gli occhi più sani, mentre l’incidenza più alta è in Calabria. C’è anche da dire che nella prima sostati visitati il 21 percento dei bambini, nella seconda il 67 percento. Il Prof.Carlo Nucci dell'Unità Operativa Complessa di Oculistica del Policlinico Universitario di Tor Vergata-Roma ha dichiarato:

Tutti i dati sono di estrema rilevanza, nei primi 10 anni di vita, infatti, il sistema visivo subisce un processo di sviluppo e maturazione che è 'attività-dipendente', ossia migliore è la funzione visiva del bambino, migliore sarà il grado di perfezionamento che l'intera via visiva svilupperà, e migliore sarà la qualità delle immagini e il grado di stereoscopia (visione tridimensionale) che il giovane percepirà anche in età adulta.

Il problema sono quindi le patologie in età pediatriche, perché possono ostacolare lo sviluppo visivo anche da grandi.

Via| Agi

Foto| Flickr

  • shares
  • Mail