Anche i bambini possono soffrire di colesterolo alto

maioneseControllare i livelli di colesterolo è un problema che ci poniamo – o ci dovremmo porre – quotidianamente. Ma non è un problema solo degli adulti, perché anche i bambini possono soffrirne. Un eccesso di colesterolo, lo sappiamo, fa male, ma allo stesso tempo è importante la sua presenza, almeno di quello che definiamo colesterolo buono, perché garantisce il funzionamento metabolico. I bambini non soffrono dei rischi di infarto, eppure possono subire danni al sistema cardiovascolare al pari degli adulti.

La colpa è da attribuire alla crescente tendenza all’obesità a sua volta dovuta a cattiva alimentazione e vita troppo sedentaria, ma può dipendere anche dalla storia familiare relativa a problema cardiovascolari. Un’analisi del sangue rivelerà se il problema è presente, ma i risultati andranno valutato in considerazione dei fattori di rischio: precedenti familiari, genitori con colesterolo molto altro, sovrappeso o obesità, assenza di attività fisica.

Il rischio di colesterolo alto aumenta con l’età quindi va tenuto sotto controllo, soprattutto attraverso la cura della dieta, nel senso più ampio di alimentazione corretta, e la pratica costante di esercizio fisico. I nostri bambini fanno poco sport, passano troppo tempo davanti alla tv, si muovono poco.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail