Come insegnare ai bambini a non fare la pipì a letto

peepooQualche volta la pipì a letto è sintomo di un disagio che va affrontato a livello psicologico, ma si può insegnare ai bambini a non bagnare il letto con qualche gioco che allena la capacità di trattenersi. Guia Infantil propone alcuni metodi che sembrano giochi:


  • proponendo ai bambini di vedere quanto sono capaci di trattenere la pipì prima di farla. Bisogna farli bere un po’ più del solito (magari uno dei loro succhi di frutta preferiti) e al momento di andare in bagno invitarli a contare per vedere quanti secondi sono capaci di trattenere la pipì prima di farla;
  • invitando i bambini a variare l’intensità della minzione, per rafforzare i muscoli e imparare a controllarli;


  • insegnando loro a cambiare le lenzuola e se stessi quando bagnano il letto mettendo i panni a lavare in lavatrice: si responsabilizzano e imparano a gestire la propria igiene autonomamente e a prendere consapevolezza del problema;
  • insegnando ai bambini ad alzarsi da soli dal letto per andare in bagno anche durante la notte, senza fornire loro costante assistenza che servirebbe solo a ritardare la loro autonomia. Ripetendo questa azione come un gioco sfidandoli ad arrivare ad occhi chiusi in bagno come giocando a mosca cieca, il movimento diventerà un’abitudine che di notte saranno capaci di fare senza chiamarvi.

Non dimenticate, naturalmente, di congratularvi per ogni progresso, sottolineando che siete fieri dei loro sforzi. Gratificarli per ogni piccolo impegno li farà sentire soddisfatti dei propri risultati.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail