I bambini nelle vacanze di Natale devono giocare all'aria aperta

bambini nella neve

Fate giocare i bambini all'aria aperta durante le vacanze di Natale, anche se fuori le temperature sono rigide. Sempre meglio un po' di freddo che l'aria viziata di ambienti chiusi. Il consiglio arriva direttamente dai pediatri, che sottolineano come ci sia più rischio di ammalarsi in un ambiente chiuso che all'aria aperta.

E' sbagliato, infatti, credere che per evitare malattie di stagione i bambini debbano stare chiusi a casa: i rischi sono maggiori rispetto ad un po' di sano gioco all'aria aperta. I locali chiusi, infatti, sono un ricettacolo di virus e batteri e l'aria viziata, a volte troppo calda e secca, non aiuta di certo. Queste le parole dei pediatri, che consigliano di far giocare i bambini all'aria aperta anche durante la stagione invernale.

Susanna Esposito, Presidente della Società Italia di Infettivologia Pediatrica, sottolinea quanto sia importante farli giocare all'aria aperta anche durante la stagione invernale:

Con il freddo spesso i genitori hanno paura di lasciare i figli all’aria aperta, perché temono per la loro salute. In realtà, se ben coperti e portati fuori nelle ore centrali della giornata, hanno minori possibilità di essere esposti agli agenti infettivi di quante ne hanno se rimangono a lungo in luoghi poco areati.

Non è, infatti, il freddo a trasmettere le malattie infettive, ma il contatto con altri bambini o soggetti che sono malati. Basta solo coprirli un po' di più e avere l'accortezza di uscire nelle ore più calde della giornata: i bambini devono essere ben coperti, ma poco più degli adulti. Cappello, sciarpa e guanti non devono mancare, perché proteggere orecchie e gola è importante per evitare otiti e bronchioliti.

In casa, ricordatevi di arieggiare i locali almeno un paio di volte al giorno, evitando contatti con soggetti malati ed esposizioni al fumo passivo. Coprite adeguatamente i bambini in montagna e sulla neve.

Via | La Stampa

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail