Bambino di 4 anni resta chiuso in banca e gli agenti lo liberano dopo 1 ora


Un bambino di 4 anni è rimasto chiuso in banca in via Sampiero di Bastelica a Roma. Non si sa ancora come questo piccolino sia finito là dentro, quelle però che sono apparse evidenti erano la sua paura, il suo sconcerto e la disperazione di non poter uscire. Qualcuno forse lo aveva semplicemente dimenticato: un genitore distratto, una baby sitter svogliata o un nonno non tanto vigile.

È rimasto in banca, da solo, per circa un’ora, tra le 16 e le 17. È ancora da capire la dinamica. Si presume che il bimbo sia entrato nella filiale con un adulto che doveva compiere qualche operazione allo sportello e che poi lo ha perso di vista. Potrebbe pero anche essere che il bimbo sia entrato di nascosto, magari per gioco, dalle porte di sicurezza e superando il metal detector. Ciò che conta è il lieto fine.

A liberarlo è stata la direttrice della banca accorsa con le chiavi dopo essere stata avvisata dalla vigilanza privata a sua volta fatta intervenire dal 113. Un poliziotto, dall’altra parte della vetrata blindata, ha cercato di consolarlo e rassicurarlo. Per fortuna non c’è stato bisogno di sfondare il vetro e il bimbo è riuscito a riabbracciare la sua famiglia, che lo attendeva in strada insieme alla folla curiosa. Perdere i bimbi è davvero molto facile: sono veloci, distratti, furbi ma anche inconsapevoli dei pericoli. È importante avere quattro occhi sempre fissi su di loro e fare attenzione anche agli spostamenti più rapidi.

Via| Corriere

Foto| Flickr

  • shares
  • Mail