Gattonando alla scoperta dei rifiuti

bambino a gattoniE' incredibile come tutti i neonati a quattro zampe vengano attirati dagli oggetti più impensabili, quelli che mai avremmo pensato potessero suscitare in lui/lei gridolini di gioia immensi.

La ridotta altezza da terra e la tanta curiosità fanno dei piccoli angioletti delle grandi aspirapolvere, e sebbene siamo certi di aver tolto tutto ciò che potrebbe risultare pericoloso state pur sicuri che il pargolo riuscirà a scovare qualcosa di impensabile.

Per esempio la spazzatura, diligentemente riposta dietro l'anta sotto al lavello, nascosta e protetta, verrà scoperta, non appena il bimbo imparerà che da quattro zampe riesce a tirarsi su, addirittura a due zampe, non a camminare, è sufficiente stare in piedi, anche in maniera non perfettamente stabile, e lui riuscirà a trovare appigli, maniglie, spigoli, ripiani che fino ad quel momento ritenevamo al sicuro.

La spazzatura, appena la trova si rivelerà il più bello dei giochi, pieno di oggetti che immancabilmente tirerà fuori e spargerà per casa, la pattumiera, ma cosa ci troverà mai in quel sacchetto puzzolente? Un mondo di fantasia, se pensiamo che oggi in media le famiglie italiane hanno due sacchetti, secco e umido, potremmo definirlo un luna park, e ogni rifiuto viene diligentemente mostrato alla mamma come un tesoro appena scoperto, povera mamma, appena lo scopre lo afferra, chiude il sacchetto infernale e lo porta urlante a pulirsi le mani.

Un parco giochi proibito, la più bella delle tentazioni.

  • shares
  • Mail