Due donne senesi, Sara e Margherita, si sono recate in Danimarca per avere un bambino e coronare così il loro sogno d’amore e il loro desiderio di maternità. Margherita ha quarant’anni e sarà lei a dare alla luce il bambino. Bambino su cui Sara, in base alla legislazione italiana, non avrà alcun diritto pur avendolo cresciuto. Questo il suo commento durante l’intervista fatta dal Corriere di Siena:

Se Margherita dovesse venire a mancare, tutti i diritti sul bimbo sarebbero di competenza dei suoi genitori e non miei che l’ho cresciuto. Come tutti i genitori omosessuali abbiamo fatto delle scritture private, ma hanno poco valore. Le persone riescono sempre ad accettarci e capire il nostro amore, la gente è nettamente più avanti dei legislatori.

La comunità in cui vivono, infatti, sta vivendo serenamente e a volte con partecipazione la situazione delle due donne. Lo stesso dicasi delle loro famiglie, impegnate a preparare il corredino per il nipotino in arrivo. Il tema è piuttosto delicato, me ne rendo conto, ma già il fatto che se ne parli più apertamente e frequentemente, e naturalmente con rispetto, non può che aiutare la riflessione in merito.

Tempo fa su Bebeblog avevamo citato una vicenda molto simile, presentandovi il trailer del documentario Over di Rainbow e considerando la situazione delle famiglie omosessuali in Italia. Aspetto i vostri commenti e magari il racconto della vostra esperienza in merito.

Via | Corriere Fiorentino
Foto | Flickr

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Gravidanza Leggi tutto
I video di Pinkblog Guarda di più

Come fare i Minions in pasta di zucchero