Pillola anticoncezionale: ecco come scegliere quella giusta

pillola dei cinque giorni dopo

Ci ha aiutato a capirlo Rossella Nappi, ginecologa e docente in Ostetricia e Ginecologia all'Università di Pavia. Ecco i dettagli... Ieri abbiamo scoperto che un recente studio dell'Università di Copenaghen ha confermato che il rischio di trombosi è fino a tre volte maggiore per la donna che assume contraccettivi di nuova generazione. La pillola tradizionale, dunque, sarebbe migliore grazie ai vecchi preparati che contengono levonorgestrel.

Ma in questo mare di informazioni, come fare a scegliere la pillola giusta? Ci ha risposto Rossella Nappi, ginecologa e docente in Ostetricia e Ginecologia all'Università di Pavia:

Negli ultimi anni la contraccezione ormonale va sempre di più verso una personalizzazione. Questo fa sì che la somministrazione sia sicura e priva di effetti collaterali, perchè oggi la pillola è anche uno strumento curativo.

Quale pillola consiglierebbe alla giovane ragazza che punta al solo scopo contraccettivo?

Nappi: "Un prodotto a bassissimo dosaggio estrogenico o con il nuovo estrogeno naturale. Queste pillole di nuova generazione si assumono per 24 giorni (anziché 21) e sono sicure e leggere. Consiglierei anche prodotti facili da usare come il cerotto o l'anello vaginale"

Alla paziente con ovaio policistico e per tutte coloro che hanno cute e capelli grassi?

Nappi: "Ad entrambe una pillola di nuova generazione con progestinico con attività antiandrogena"

Alle donne alle quali la vecchia pillola ha causato ritenzione idrica?

Nappi: "Sono le candidate ideali per una pillola di nuova generazione con progestinico drospirenone. O, in alternativa, l'anello vaginale"

Ci sono donne che non possono prendere estrogeni (rischio trombosi, allattamento) o fumano: cosa consigliare?

Nappi: "In questo caso punterei alle pillole di terza generazione, le cosiddette 'Pop', o ad un impianto sotto cutaneo molto adatto alle donne che hanno appena partorito. Si chiama 'Nexplanon' ed è da poco che si usa in Italia, ma è molto efficace. Il ginecologo lo può inserire a tutte quelle donne molte motivate alla contraccezione (dura 3 anni). Il 'Nexplanon', una specie di fiammifero da cucina molto flessibile, viene introdotto con un apposito strumento sotto la pelle del braccio non dominante della paziente, dopo aver praticato una iniezione di anestetico locale. E' uno strumento che rilascia solo ormoni progestinici ed è palpabile se fate 'braccio di ferro'".

E' vero che le donne obese rischiano di essere meno protette?

Nappi: "Sì, e proprio a loro consiglierei l'anello vaginale, come anche alle diabetiche. Oppure la pillola vecchio stile"

Infine cosa consigliamo alle donne con cicli molto abbondanti?

Nappi: "Pochi lo sanno, ma in commercio esiste una pillola specificatamente indicata per flussi abbonanti e che, di conseguenza, li tende a ridurre. Contiene estrogeni natuali e progestinico dienogest".

L'8 marzo 2012 l'ISGE (Associazione italiana di ginecologia endocrinologia) ha presentato l'ultima nata fra le pillole: la Zoely. Questa pillola contiene nomegestrolo acetate, un progestinico ben tollerato. È dunque adatta per tutte le età, permette un ottimo controllo del ciclo, è sicura, delicata e va presa per 24 giorni (con pausa di 4).

Credit by: leggo.it

  • shares
  • Mail