Sondaggio: come avete superato la depressione post partum

Volto di donna
Su Bebeblog abbiamo parlato spesso della depressione post partum, che qualcuno vorrebbe curare con il TSO. Personalmente credo che per evitarla basterebbe, si fa per dire, aiutare fisicamente prima la gestante e poi la neomamma, starle vicino nei momenti difficili, ricordarle che se ne può uscire e consigliarle magari un bravo terapeuta. Ricordiamo inoltre che le neo mamme soffrono soprattutto di baby blues e non di vera depressione e che gli stessi sintomi possono verificarsi in coppie che adottano.

La futura e poi neo mamma cosa può fare intanto per se stessa? Come prima cosa deve imparare a chiedere aiuto. La pressione che noi donne subiamo ci fa tentare di essere perfette ed autosufficienti in tutto, cosa impossibile per chiunque. Non vergogniamoci dunque di chiedere una mano nelle pulizie di casa e nella spesa. Se non vogliamo affidare il bambino ad altre persone possiamo chiedere loro di tenercelo anche mentre siamo in casa con lui: potremo così fare la doccia, rilassarci, allattarlo e poi andare a dormire con molta più serenità.

Infine, nel momento in cui il tradizionale baby blues non passa, rivolgiamoci con fiducia ad uno psicologo: prima interveniamo e prima torneremo a godere serenamente del rapporto con noi stesse e con il nostro bambino. Io, sinceramente, non sono stata capace di chiedere aiuto nelle questioni pratiche. Ricordavo però le parole di un'amica che diceva che prima o poi passa, che ce la potevo fare. Allora sono andata in terapia ed è stata la scelta più saggia che potessi fare.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: