L’importanza del latte materno è stata più volte sottolineata, ma nel caso di produzione scarsa esistono degli accorgimenti per stuzzicare la sorte, tra questi l’agopuntura viene oggi proposto come metodo al naturale tra i più sicuri e di successo.

L’agopuntura si va ad affiancare ad altri suggerimenti che, nel caso di latte scarso, sono solitamente ripetuti allo sfinimento, come il riposo e bere molta acqua. In sintesi vengono stimolati con gli aghi i cinque punti chiave correlati alla lattazione lungo i meridiani, secondo la medicina tradizionale cinese il latte materno è il proseguimento della comunicazione che esisteva tra la madre e il feto.

L’agopuntura è considerata un intervento dolce, non invasivo, le sedute non durano più di 30 minuti, questo per le mamme impazienti, e solitamente vengono effettuate una alla settimana, per le più paurose ricordo che non è assolutamente doloroso, anzi potrebbe pure risultare piacevole riconquistare un po’ di tempo per se stesse.

Via | Mammole

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Cronaca Leggi tutto
I video di Pinkblog Guarda di più

Il vero robot di Gundam si muove