Essere una buona madre ovvero una madre sufficientemente buona

Come fare ad essere una buona madre? Esiste davvero una ricetta che possiamo leggere, con obiettivi ben definiti e caratteristiche precise? No, ovviamente. Non possiamo metterci a fare un elenco di azioni o frasi che ci metterebbero al sicuro dagli sbagli. Molte mamme lo hanno capito e affrontano il loro nuovo ruolo con ironia, altre, come anche la sottoscritta, ringrazieranno a vita Winnicott per aver elaborato il concetto di madre sufficientemente buona.

Winnicott, pediatra e psicoanalista inglese, si rese conto che l'eccessiva intrusione degli esperti nella vita di una neo mamma le impedisce di tirar fuori la sua capacità istintiva di essere una buona madre ovvero una madre dotata di creatività, che entra in relazione col suo piccolo, si adatta a lui, lo aiuta a crescere e ad essere se stesso.

Winnicott sostiene che una buona madre è quella che sa fare da specchio al proprio bambino. Se il piccolo guardando la mamma ritrova se stesso cresce bene, se vi ritrova le aspettative che la madre ha su di lui cresce male. Facciamo un esempio semplice: il bambino ogni volta che impara qualcosa di nuovo ci guarda, se gli rimandiamo uno sguardo felice e soddisfatto lo è di conseguenza anche lui e riprende a camminare o ritagliare o costruire o cucinare con impegno e soddisfazione. Se invece quando ci guarda legge sul nostro viso: non sei molto bravo a far questo, non mi piace perdere tempo con te, non credere di aver fatto chissà che, io lo facevo meglio, non è difficile immaginare che batterà in ritirata o che si sforzerà di somigliare a quello che noi vogliamo, non a quello che lui è veramente.

Credo che una buona madre sia una donna capace di entrare in relazione col proprio figlio, restando donna e mamma, mettendosi in discussione quando serve. Magari ci sono tante altre ricette, ognuna di voi avrà la propria. Sicuramente la voglia di crescere insieme a nostro figlio è fondamentale. Ognuna di noi poi è mamma a modo proprio, cè quella che si considera una mamma pasticciona e felice, quella che ha fatto dell'ironia la propria arma vincente, quella che ha trovato ristoro nelle teorie di Winnicott, insomma siamo tutte in buona compagnia.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: