Come proteggere i bambini dagli incidenti domestici. Quarta ed ultima parte.

Bimbi che accarezzano una caprettaEccoci finalmente all'ultimo post con i suggerimenti per la messa in sicurezza della casa in presenza di bambini. Siamo ora di fronte a piccole pesti che stanno superando i 24 mesi. Alcune attività sono quelle di sempre: arrampicarsi, cercare di usare gli stessi oggetti di mamma e papà, curiosare in casa.

La situazione si è però complicata perché ora sono un po' più alti o sanno come raggiungere ciò che li interessa di più. Quindi verificate che le librerie siano stabili (mia figlia le scalava) e che il televisore sia ben fissato e non su di un mobile con le rotelle e in ogni caso non lasciate mai da solo il bambino davanti alla tv. Poi è necessario porre delle barriere intorno ai fuochi del piano cottura e ricordarsi che i manici delle pentole vanno sempre girati verso l'interno, fuori dalla portata dei bambini.

Lontanissimi da loro anche i piccoli elettrodomestici che, in ogni caso, non vanno mai lasciati vicino all'acqua (phon e vasca/lavandino sono accoppiate micidiali). Non lasciate mai incustodita una vasca da bagno piena e bloccate l'eventuale accesso a piscine o fossati presenti nella proprietà.

Infine, affrontiamo la questione animali. E' il momento di insegnare ai nostri piccoli che gli amici pelosi non parlano la nostra stessa lingua: non bisogna tirar loro orecchi e coda, non bisogna puntare agli occhi e soprattutto mai e sottolineo mai avvicinarsi ad un animale che non conosciamo, anche se fermamente tenuto al guinzaglio. Con questo post ho concluso, ma sicuramente ci sono tanti altri utili consigli da prendere in considerazione. Se volete segnalarmeli, realizzerò un altro articolo sul tema.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail