Anna Falchi ha da poco rivelato alla stampa la gioia della sua imminente maternità, e questa settimana sfoggia un pancione al quinto mese sul settimanale Chi, raggiante svela qualche news come la scelta di non sapere il sesso del nascituro e la decisione di non allattare, perchè, spiega, “è una cosa che non mi appartiene. Forse la mia esigenza di rimanere femminile vince sul mio istinto materno”.

Leggendo le sue motivazioni non nascondo la mia perplessità, ho sempre ritenuto l’allattamento il massimo della femminilità, la sintesi perfetta dell’essere donna, allattando io stessa non ho mai pensato di ostacolarmi o di negarmi aspetti del femminile.

Certo, è da ipocriti ritenere che il seno possa rimanere lo stesso, ma il cambiamento nel tempo non lo ritengo una tragedia, inoltre dopo l’allattamento a mio avviso un seno è semplicemente diverso non necessariamente più brutto.

Iscriviti alla nostra newsletter
I video di Pinkblog Guarda di più

Il vero robot di Gundam si muove

Altro su Cronaca Leggi tutto