Il bambino preferisce un genitore: come fare?

Il bambino preferisce un genitore: come fare? Sul blog BabyShrink una nonna pone un quesito alla pediatra Heather. Quando il piccolo o la piccola di casa preferisce in maniera insistente la presenza di un genitore in particolare, bisogna preoccuparsi?

La mia bimba, ad esempio, pur essendo di natura socievole ed espansiva con tutti anche con chi conosce poco, fino ai tre anni era praticamente incollata a me come il classico koala. Con la conseguente enorme fatica per me, e un certo dispiacere per il papà. Ancora adesso che ha sette anni, é orientata maggiormente verso di me anche perchè durante la giornata sono io il suo punto di riferimento, ma la sua natura aperta é rivolta verso tutta la famiglia senza distinzione: papà, nonni, babysitter, zii.

Dal mio punto di vista é meglio accompagnare i piccoli nella crescita senza forzarli a orientarsi necessariamente verso quel genitore o quell'altro. I piccoli tra i due e i tre anni vanno alla scoperta del mondo ma hanno ancora bisogno di un unico punto di riferimento per essere confortati e rassicurati una volta tornati alla base. Con il passare degli anni capiranno l'importanza e la ricchezza di entrambe le figure, mamma e di papà, che possono donare differenti sostegni ed esperienze, chi sul lato psicologico, chi sul lato pratico. L'importante é non prenderla come un fatto personale perchè si tratta solo di periodi nella crescita dei piccoli e non atteggiamenti definitivi. Voi vi siete ritrovate con questo problema? Fatemi sapere le vostre esperienze e se avete usato degli accorgimenti per evitarlo.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail