Abiti per bambini, come indovinare le taglie

Le taglie per gli abiti dei bambini sono un terno al lotto. Da principio ti senti orgogliosa perché tuo figlio ha solo tre mesi, ma porta già le tutine sei/nove mesi. Poi arriva il giorno in cui scopri che da due anni gli stai mettendo lo stesso paio di pantaloni. Presa dallo sconcerto cominci a procedere per tentativi ed errori e così pure i tuoi parenti che tra natali e compleanni ti riempiono di jeans cui fare un mega risvolto e magliette con le maniche chilometriche o viceversa stra aderenti.

Se hai la fortuna di avere un bimbo tranquillo te lo porti in giro per negozi. Se ne hai uno pestifero ringrazierai ogni commessa che mentirà spudoratame dicendo che ogni bambino si agita quando tenti di provargli dei vestiti. Per i pantaloni, in realtà, te la puoi ancora cavare misurando la lunghezza della gamba. Per le magliette o giacche è un po' più difficoltoso. Lo so che anche per gli adulti è la stessa cosa: ogni marchio ha una diversa idea di cosa si intende per "taglia 46".

Però è comunque inquietante che per alcune ditte i 12 mesi combacino con i 36 di altre. Per fortuna oltre al senso pratico e alla disponibilità delle commesse ci sono anche negozi on line che spiegano bene come misurare i pargoli per non sbagliare taglia. Mentre alcuni si attengono a tabelle più generiche, altri si impegnano con maggiori indicazioni. Una buona idea viene dalla Suomy: con un video suggerisce come prendere le misure per poi confrontarle con le tabelle che loro stessi mettono a disposizione sul sito.

  • shares
  • Mail