Le mamme del nord Italia sanno sicuramente di cosa parlo. Sono giorni ormai che di agosto non vediamo neanche l’ombra: solo nuvole e pioggia e temperature che oscillano tra l’afa e il fresco autunnale. I parchi sono proibiti, la televisione è un diversivo, ma solo fino ad un certo punto, gli amichetti sono tutti in vacanza. Così ci ritroviamo in casa con i nostri piccoli che sono spesso nervosi e irritabili.

La prima volta che ho collegato il comportamento al tempo, mia figlia era davvero piccolissima. Pioveva da giorni, era molto nervosa e io non capivo cosa avesse. Poi, con l’arrivo di un giorno di sole, si è immediatamente calmata. Non si tratta di metereopatia, ma semplicemente, secondo me, di cattivo umore.

Sicuramente risentono anche del nostro nervosismo, ma sono esseri umani e siccome non sono nati in Irlanda, è normale che tanti giorni di poca luce, di forte umidità, poco sole, possano creare disturbi del sonno e, nel caso di bambini più grandicelli, un maxi carico di energia repressa. Cosa possiamo fare?

Un pic nic in casa, come avevo suggerito per ferragosto, è una tipica attività che porta allegria ed un certo dispendio di energie. Anche piccoli lavoretti in casa come cucinare, spolverare, rimettere in ordine tutti i giochi. L’importante è che ci siano in sottofondo musiche allegre, che portino quel calore e quella solarità che ci manca tanto in questo periodo. Per i piccolissimi, sinceramente, non ho ancora una risposta. Mi verrebbe da dire: più coccole, più sorrisi, più balli, più bagnetti. Voi che soluzioni avete sperimentato?

Foto | Flickr

Iscriviti alla nostra newsletter
I video di Pinkblog Guarda di più

PAW Patrol | Laviamoci le mani insieme

Altro su Salute Leggi tutto