Lo scorso Natale abbiamo ricevuto in regalo un libro di Gianni Rodari, Favole al telefono, delle edizioni Einaudi: un po’ per gioco, un po’ per vedere l’effetto che faceva, ieri sera ho provato a legerlo ai miei bimbi. Come è già successo, temevo che fosse un libro troppo difficile.

Due le motivazioni che mi hanno convinto a provare: innanzitutto, il fatto che la lettura di Rodari è uno dei miei ricordi d’infanzia più belli. E poi, il fatto che il libro fosse illustrato da Bruno Munari siano assolutamente meravigliose (tra l’altro, a scuola materna stanno facendo un percorso ispirato proprio a questo celebre artista). Beh, nonostante i marmocchi siano piccoli, Rodari è piaciuto un sacco: il semaforo blu, Martino Testadura e lo Spaventapasseri sono subito entrati nel loro immaginario (per non parlare del fatto che queste favole sono davvero belle anche per gli adulti). Mi hanno davvero stupito.

Ho scoperto che è appena uscito un nuovo libro di Rodari, in perfetto stile natalizio: Il pianeta degli alberi di Natale (Einaudi Ragazzi, 15,50 €). Mi sembra di aver capito che il testo è un po’ più impegnativo (si tratta infatti di una lunga favola), ma il solo fatto che parli di bambini che vanno nello spazio e scoprono nuovi pianeti non potrà che affascinare bimbi che sognano di volare… E poi è un altro bel modo per aspettare il Natale.

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Libri e Riviste Leggi tutto