Bambini smarriti: come prevenire il problema

Stand per i bambini che si sono persiSuccede anche alla mamma più attenta, quella che ha gli occhi logorati perché controlla incessantemente dove si trova il proprio pargolo. E' questione di un attimo, ti giri e lui o lei non c'è più. A me è capitato di perdere di vista mia figlia per dieci secondi e sono stati i più lunghi della mia vita. Se volete consolarvi sappiate che è successo anche ad Hale Berry. Per evitare di perdere ogni volta dieci anni di vita, potete munire i vostri pargoli di un braccialetto anti smarrimento.

Quando poi i nostri bimbi diventano abbastanza grandi è importantissimo insegnare loro le frasi da dire nel caso in cui non riescano più a trovare mamma e papà. Accertatevi che sappiano pronunciare bene il loro nome e cognome ed il vostro e poi con molta calma, prima di entrare in un luogo affollato o di dirigervi in spiaggia, spiegate loro che è bene non allontanarsi e che se succede qualcosa devono chiamare un'altra mamma per farsi aiutare.

Lo so cosa state pensando, l'ho pensato anche io: e se quella donna cui il nostro piccolo chiede aiuto è una pazza furiosa? Sappiate che nella stragrande maggioranza dei casi verranno accompagnati ad un microfono che vi consentirà di raggiungerli subito. E noi genitori? Cosa possiamo fare? Se siete in un centro commerciale recatevi da uno qualsiasi dei negozianti: chiamerà immediatamente la sicurezza e verranno chiuse le porte del centro. Potete anche chiederlo espressamente.

Se invece siete in spiaggia mandate subito qualcuno dal bagnino o dal responsabile dello stabilimento. L'importante, una volta riavuto tra le braccia il vostro piccolo, è non punirlo o aggredirlo o spaventarlo, ma mostrargli quanto siete preoccupati e invitarlo a non allontanarsi più senza permesso. Detto questo, il miglior consiglio che posso darvi è: logoratevi gli occhi e teneteli sempre sott'occhio.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail