Seguici su

Celebrità

#8marzodellebambine, Francesco Totti aderisce alla campagna Unicef “Bambine non spose”

Le bambine hanno il diritto di essere tali e non essere vittime di “matrimoni precoci”. Con questo scopo nasce l’ iniziativa lanciata dall’ Unicef a cui ha aderito anche Francesco Totti.

Francesco Totti, Ambasciatore dell’UNICEF Italia, papà amorevole, è molto attento ai bisogni dei bambini, e spesso si lancia in iniziative di solidarietà. E’ giusto che i personaggi dello spettacolo si muovano in questi senso perchè chi è noto e benvoluto puo’ dare il buon esempio, e sperare che i fan che li seguono con passione, possano fare lo stesso o sostenere la medesima causa. Oggi in occasione della Festa della donna, c’è una grande attenzione nei confronti delle bambine, le donne del futuro, non sempre trattate come cucciole, coccolate e amate, seguite nei momenti della crescita con i genitori accanto, cose che spetterebbe loro di diritto. Al contrario, sono vittime di violenze, sfruttamento e abusi.

In particolare, proprio oggi parte la campagna Unicef “Bambine non spose” per combattere i “matrimoni precoci”, e per l’occasione il presidente dell’Unicef Italia Giacomo Guerrera si è espresso così:

“Per sottolineare il dramma dell’infanzia negata di milioni di bambine, abbiamo deciso di promuovere l’iniziativa ‘bambine, NON SPOSE- l’8 marzo delle bambine’. Il matrimonio precoce è una violazione dei diritti umani fondamentali e influenza tutti gli aspetti della vita di una ragazza: nega la sua infanzia, compromette l’istruzione limitando le sue potenzialità, mette in pericolo la sua salute e aumenta il rischio di essere vittima di violenze e abusi”.


Le ‘nozze precoci’ o le unioni non ufficiali con minorenni coinvolgono molte ragazzine sotto i 18 anni di età nei Paesi in via di sviluppo -esclusa la Cina- a cui vengono tolti i diritti fondamentali che gli precludono al possibilità di continuare a studiare come tutte le coetanee che vivono in situazioni di normalità, per cui rischiano problematiche durante la gravidanza, pericolosa sia per la neo-mamma che per il bambino in arrivo.

Il bimbo che nasce da una madre minorenne ha il 60 per cento delle probabilità in più di morire in età neonatale, rispetto a un bambino che nasce da una donna di età superiore a 19 anni. E se il bambino sopravvive, ha molte più probabilità di soffrire denutrizione e ritardi cognitivi o fisici.

Non resta che fare i migliori auguri a tutte le bambine del mondo, che possano presto riprendersi la propria libertà.

Via | Unicef Italia @facebookMondoallarovescia

Leggi anche

donna che sorride donna che sorride
Scuola2 giorni ago

Gestire la routine mattutina: consigli per partire bene

Gestire la routine mattutina in modo efficace può fare la differenza nella qualità della giornata. La routine mattutina è un...

mamma e figlia mamma e figlia
Scuola4 giorni ago

Come affrontare l’ansia da separazione all’asilo

Ecco qualche strategia per affrontare l’ansia da separazione all’asilo. L’ansia da separazione è un problema comune che molti bambini affrontano...

mamma e figlia mamma e figlia
Scuola7 giorni ago

Prepararsi al primo giorno di scuola: una guida per le mamme

Il primo giorno di scuola è un momento emozionante e significativo nella vita di un bambino. Ecco come prepararsi! È...

mamma bambina libro mamma bambina libro
Scuola1 settimana ago

Incoraggiare la lettura a casa: consigli per i genitori

Leggere a casa può aiutare i bambini a sviluppare competenze linguistiche, cognitive e sociali. La lettura è un’attività fondamentale per...

mensa scolastica mensa scolastica
Scuola2 settimane ago

Intolleranze alimentari e mensa scolastica: una guida

Le intolleranze alimentari sono diventate sempre più comuni negli ultimi anni, ecco come affrontarle. Le intolleranze alimentari possono essere particolarmente...

Mamma e figlio che fanno i compiti a casa Mamma e figlio che fanno i compiti a casa
Scuola2 settimane ago

Il ruolo dei genitori nei compiti a casa: trovare un equilibrio

I compiti a casa sono una parte essenziale di ogni studente, ecco come trovare un equilibrio con i genitori. Svolgendo...

Studenti Studenti
Scuola2 settimane ago

Scegliere l’abbigliamento scolastico: comodità e stile

Scegliere l’abbigliamento scolastico giusto è una questione di equilibrio tra comodità e stile. L’abbigliamento scolastico è un aspetto importante della...

bullismo bullismo
Scuola3 settimane ago

Affrontare il bullismo a scuola: consigli per i genitori

In questo articolo, esploreremo alcuni consigli pratici per i genitori che desiderano affrontare il bullismo. Il bullismo è un problema...

bambino fa merenda bambino fa merenda
Scuola3 settimane ago

La merenda perfetta per la scuola: idee sane e gustose

La merenda perfetta per la scuola dovrebbe essere sana, gustosa e nutriente. Ecco qualche idea! La merenda è un momento...

Bambina a scuola Bambina a scuola
Scuola3 settimane ago

Navigare nella scelta della prima scuola: consigli per i genitori

La scelta della prima scuola per il proprio figlio è un processo importante, ecco qualche consiglio. La scelta della prima...

Comunicazione tra genitori e scuola Comunicazione tra genitori e scuola
Scuola4 settimane ago

La comunicazione efficace tra genitori e scuola

In questo articolo, esploreremo l’importanza della comunicazione tra genitori e scuola e forniremo suggerimenti su come migliorarla. La comunicazione efficace...

Ragazza che studia al computer Ragazza che studia al computer
Scuola4 settimane ago

Organizzare lo studio a casa: tecniche e consigli

Organizzare lo studio a casa richiede pianificazione e adozione di tecniche efficaci. Ecco qualche consiglio! Organizzare lo studio a casa...