Ci sono blogger che hanno aperto la loro pagina web prima di avere un bambino, ma la maggior parte delle mamme ha cercato nella rete una valvola di sfogo. Diciamo la verità: oltre ad avere un diario online e quindi un tempo da dedicare a se stesse, anche se nei primi mesi di vita del pargolo si tratta di decimi di secondo, il blog serve anche a raccontare tutti quegli aneddoti che gli altri si sono stancati di sentire.

Le prime parole, le prime frasi sconnesse, la prima notte senza pannolino, il primo dentino. In qualche modo ogni madre sa che sono cose che accadono sì a tutti i bambini, ma come accadono al proprio… Perciò la rete è sommersa da racconti di mamme italiane, statunitensi, cinesi, giapponesi, spagnole, tutte a caccia di “una stanza tutta per sé”, di un pubblico che sia interessato a parlare con la mamma e non con il pupo, di un confronto con le altre puerpere. E voi lettrici di Bebeblog, siete connesse?

Foto | Flickr

Iscriviti alla nostra newsletter
I video di Pinkblog Guarda di più

Il vero robot di Gundam si muove

Altro su Cronaca Leggi tutto