Raccontate il vostro parto o preferite il silenzio?

partorire

Non tutte raccontano il proprio parto con facilità, io per esempio preferisco evitare perchè altrimenti mi potrei sentire causa del calo delle nascite, lungo, tanto, troppo lungo, ma altre donne amano raccontarsi, scendere nei dettagli e confrontarsi per condividere un'esperienza o semplicemente per curiosità.

Ogni parto è diverso, per non parlare dell'ospedale scelto, tra pratiche moderne e meno c'è solo l'imbarazzo della scelta, come per esempio il rooming in, chi ha avuto la fortuna di poter chiedere e ricevere l' epidurale, chi in un attimo ha partorito e chi invece ha pronunciato una serie di paroline non proprio per bene che sfidano la fantasia ma rendono bene l'idea del momento.

La differenza la fa anche il carattere della puerpera, non tutte amano raccontarsi, ma sdrammatizzare aiuta sicuramente chi deve ancora affrontare il parto, esattamente l'incontrario di quello che è successo a me , un paio di giorni prima del grande momento un signore in ospedale mi ha raccontato nel dettaglio un parto difficilissimo che finiva in un “le hanno distrutto tutto”, ecco, questa è una descrizione da evitare, sempre.

Foto | Blogmamma

  • shares
  • Mail