Famiglie ricostituite: il duro lavoro dei genitori nelle così dette famiglie allargate

Un cuore tagliato a metàLe famiglie allargate sono diventate una specie di entità mitologica: molti di noi ne sentono parlare, ma non ne conoscono neanche una. Ce ne facciamo un'idea attraverso film e telefilm d'oltreoceano e da pochi anni cominciamo ad immaginarle nostrane grazie a produzioni del tipo I Cesaroni e Tutti pazzi per amore.

Da beata ignorante, devo ammetterlo, non immaginavo neanche lontanamente quanto potesse essere difficile per un genitore far nascere una nuova famiglia senza mandare a monte la precedente e soprattutto senza creare seri problemi ai figli del precedente matrimonio.

Il solo leggere l'articolo pubblicato su Torino Bimbi mi ha dato le vertigini. Ve ne propongo uno stralcio:

Innanzitutto è importante dar spazio alle relazioni pre-esistenti la famiglia ricostituita, in particolare al rapporto genitore/figli nati dalla precedente relazione e tra fratelli. Contemporaneamente, però, vanno incoraggiate le nuove relazioni tra fratelli acquisiti e tra “fratellastri”, tenendo conto delle diverse età. Così come vanno incoraggiate le relazioni dei figli con l’altro genitore biologico e con la sua famiglia d’origine.

La nuova coppia dovrà ritagliarsi i suoi spazi esclusivi: certamente non dovrà penalizzare i figli, ma dovrà dimostrarsi salda nel voler salvaguardare dei momenti soltanto suoi. Così come la nuova famiglia ricostituita avrà bisogno di momenti da passare tutti insieme, per incominciare a costruire e a rinsaldare, successivamente, una nuova identità familiare.

L'articolo è molto interessante perché riesce a sintetizzare una miriade di problematiche in uno spazio relativamente breve. Non mi è ancora mai capitato, ai giardinetti, di sentire genitori separati che si confrontano su questi temi e non credo dipenda solo dal fatto che non ne conosco ancora.

Piuttosto temo che ci sia una certa ritrosia, in ambienti in cui predominano le famiglie tradizionali, a parlare apertamente della propria situazione. Ben vengano dunque iniziative come Strati Familiari, la piattaforma web che intende intavolare un discorso proprio su questi temi e da cui ho preso la segnalazione dell'articolo.

Via | Strati Familiari
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: