La dichiarazione d'amore di un papà finisce on line. Che ne pensate?

Disegno di una bimba per il suo pap� 

Ecco una parte della dichiarazione d'amore per suo figlio che Papà 2.0 ha messo nel suo blog:

Quando mi abbracci e mi chiami papi, quando mi baci la punta del naso, quando mi dici che vuoi i miei capelli, i miei occhi, il mio naso e la mia barba, che son tutte cose che tu hai già 1 milione di volte più belle di me, barba a parte!
Ti amo piccolo mio. Ti amo con tutto quello che ci posso mettere dentro a questa parola.

Mi ha lasciata davvero stupefatta. Credo che questo sia un papà che dice abitualmente a suo figlio che gli vuole bene. Volete sapere cosa mi stupisce? Sono abituata ad un rapporto padre figlia così intimo, ma non sono abituata ad un papà che ne parla apertamente anche a chi non conosce.

Quanti uomini conoscete che parlano apertamente dei propri sentimenti in questo modo? Se ne contate più di uno tra le vostre amicizie e tra i parenti allora siete fortunati. Spero che il mondo maschile comprenda sempre più che virilità e manifestazioni di affetto vanno tranquillamente di pari passo.

Spero però che anche noi donne riusciamo a far sì che questo accada. Perché spesso, senza rendercene conto, ironizziamo anche noi su uomini che consideriamo delle femminucce e temiamo che avere e manifestare dei sentimenti sia per un bambino indice di debolezza o comunque un comportamento che gli creerà dei problemi.

Per ora non mi resta che dire bravo a Papà 2.0 e chiedere naturalmente a voi lettori di Bebeblog un parere e il racconto della vostra esperienza. Che siate mamme o papà, parlate del bene che volete ai vostri figli? Glielo manifestate? Temete di rendere pubblici i vostri sentimenti?
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail