Asili aperti anche di notte: per far riposare mamma e papà

Gattino che dorme abbracciato a bambolaMamme News richiama una notizia che mi ha lasciato davvero perplessa: a Milano, come potete leggere nell'articolo del Corriere, c'è un asilo aperto anche di notte. Se volete, ci portate i pargoli verso le 18, con zainetto e pigiamino. Lì troveranno la cena con un menu da festa, un'animatrice che li farà giocare e ballare fino alle 21.30, ora in cui, messo il pigiamino, vanno tutti a nanna. Il servizio costa 30 euro a notte, 50 il venerdì ed è riservato a bambini fino ai dieci anni. E' stato pensato per permettere a mamma e papà di passare una serata da soli anche se non hanno nessuno che possa aiutarli.

Solitamente, cerco sempre di capire il perché di certe iniziative. Non credo sia produttivo, mai giudicare o rinunciare a mettere in discussione le proprie idee. Stavolta, però, non posso che dissentire da questo genere di iniziativa. Il momento del sonno è già molto delicato per i piccoli. Spostarli da casa per dormire all'asilo, dove peraltro già trascorrono la maggior parte del tempo, mi sembra assurdo.

Perché invece non pensare ad una baby sitter che venga a casa? Perché non organizzarsi con gli altri genitori per fare dei turni ed evitare così di trasportare i nostri figli fuori casa? Certo, l'iniziativa è sicuramente utile, ma non tutto ciò che è utile a noi genitori risulta giovare ai nostri piccoli. Aspetto pareri.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: