Mamme che piangono davanti ai figli

Mamme che piangono davanti ai figli: è giusto? Mia mamma ha sempre evitato di piangere davanti a noi figli per non turbarci, fino a quando eravamo grandini. E' sempre stata ferrea su questo punto: "i bambini non devono avere il carico delle nostre sofferenze".

Un esempio più recente è quello di una mia amica che da pochi mesi è incinta e non fa altro che piangere con continui scoppi emotivi per il timore con cui sta vivendo l'arrivo del nuovo bimbo, a differenza della precedente gravidanza quando per lei era tutto rosa e fiori e si sentiva una vera leonessa. Ma si sa le gravidanze sono una diversa dall'altra. Avendo un altro piccolo in casa di tre anni si ritrova a piangere spesso davanti a lui.

Un altro esempio è il mio. Mia figlia è più grande ed evito di scombussolarla con i pianti, ma può capitare che non si riesca a farne a meno. Quando succede, penso che alla sua età si è in grado di capire la tristezza e il dolore, senza esserne troppo coinvolti. Per questo mi capita di spiegarle per sommi capi senza approfondire troppo che "capita anche alle mamme di essere un po' tristi". L'importante è girare pagina e pensare quale bimba meravigliosa si ha la fortuna di avere...e ogni tristezza passa come per incanto forse proprio nel momento in cui le parlo. Il cuore tenero e la comprensione di un bambino trasformano ogni cosa.

Foto | Flickr

Penso, comunque, che esprimere le proprie emozioni e non tenerle compresse dentro di sè (fino al momento in cui si è sole, lontano dagli occhi dei cuccioli) ogni tanto può far bene, soprattutto se in quel momento non si riesce proprio a contenere le lacrime. Siamo sensibili e attente ai nostri piccoli, ma non siamo "di ferro".

La mia amica chiedeva consiglio a me, ma io mi sento forse la meno indicata per questo tipo di sostegno. Forse voi, in stato di gravidanza o meno, avete qualche dritta che si possa seguire in base alle vostre esperienze. Cosa si fa quando si sente il bisogno di piangere davanti ai propri figli?

  • shares
  • Mail