Il cavaliere e la fatina: maschietti e femminucce a confronto

Mi sono trovata più volte a riflettere sul tema giocattoli da maschietti e giocattoli da femminucce. Personalmente non credo vadano imposti giochi particolari ai nostri figli, temendo che le nostre bimbe diventino come dei maschietti se hanno una spada o che i nostri ometti siano meno virili se usano le barbie.

Recentemente mia figlia ha chiesto e ottenuto dalla nonna, un tantino sconvolta per la verità, una spada e un arco con le frecce. In casa, naturalmente, gioca a fare la guerriera.

Ieri sera, però, mi sembrava di assistere ad una puntata di Superquark sul comportamento umano. Mentre la piccola giocava con un amichetto, l'ho vista scappare via all'improvviso e tornare poi vestita da fatina.

Ha cercato in tutti i modi di ottenere l'attenzione del suo amichetto, piroettando di qua e di là. Lui era un po' perplesso: la trasformazione da cavaliere a fatina era stata un po' troppo rapida.

Ora non posso che chiedermi: è tutto normale? E' davvero un classico che una femminuccia di fronte ad un maschio rivendichi la propria identità o in realtà è tutta colpa dei cartoni delle Winx?

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail