Mamma a quarant'anni: pro e contro

Numero quaranta

Ho avuto mia figlia a trentasei anni e ho sempre sentito un po' il peso dell'età, specialmente confrontandomi con mamme molto più giovani di me. L'ultima che ho conosciuto ha ventitré anni e tre figli.

Certo, c'è una sorta di orgoglio in noi mamme quarantenni, perché, in fondo, facciamo spesso il doppio della fatica. Non oso pensare però a cosa succede a quelle donne che hanno figli dopo i quarantacinque anni o dopo i cinquanta. Perché, è vero, i tempi sono cambiati, ma il nostro organismo no.

Le donne continuano ad andare in meno pausa verso i cinquantanni, con le dovute eccezioni e per una quarantenne è più difficile restare incinta e ci sono più probabilità che sia la mamma che il bambino abbiano problemi di salute. La medicina, sicuramente, ci offre però oggi un aiuto tempo fa inimmaginabile.

Potremmo dire che forse se per una mamma non è il massimo avere figli dopo i trentacinque anni, stando ai pareri medici, c'è un'altra faccia della medaglia da considerare: i figli dei quarantenni, almeno in teoria, dovrebbero crescere con genitori più equilibrati e in qualche modo risolti. Sarà vero?

Via | Pagine Mamma
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: