Come deve essere il lettino per un sonno tranquillo

bedroom Sto andando per negozi per scegliere il lettino che sostituirà la culla di mio figlio e mi sto facendo una cultura tenendo sempre presente i consigli del mio amico bio-architetto perchè io sono una patita delle scelte ecologiche.

Per prima cosa, mi concentro sui materiali: il legno, il giunco intrecciato o il midollino sono senz’altro i materiali più indicati per il lettino a patto che non siano trattati con vernici o colle. La massima ecologicità, infatti, è fondamentale per il nido che dovrà custodire il sonno dei nostri piccoli: niente metalli, plastica o materiali smaltati, quindi.

Quanto alle dimensioni, sono abbastanza standard: circa 130 cm di lunghezza per 60 di larghezza. E' importante anche che il lettino sia dotato di sponde anticaduta perchè verso gli 8-9 mesi i pargoli si muovono parecchio e il rischio di cadute è veramente molto alto.

Anche alla scelta della posizione del lettino andrà dedicata molta attenzione. Dovrebbero essere sempre collocati lontano da eventuali fonti negative che possono essere sia quelle create dall’uomo, come l’impianto elettrico, sia naturali. A volte, infatti, si possono riscontrare le cosiddette geopatie, ovvero presenze negative naturali come corsi d’acqua sotterranei, faglie geologiche e nodi di Hartmann che infastidiscono il sonno. Non potendo agire su questi fattori, evitiamo almeno di porre il suo giaciglio vicino a campi elettrici ed elettromagnetici emessi da prese, luci, lampade e caloriferi.

Ad aiutarci nella scelta della posizione può essere direttamente il bambino che con la posizione nella quale lo troviamo al mattino ci segnala il suo indice di gradimento. Se, ad esempio, lo troviamo sempre spostato su un lato nella culla o in una posizione completamente diversa da quella nella quale lo abbiamo lasciato una volta messo a nanna, questo è un chiaro segnale che qualcosa non gli è gradito. In questo caso sarà meglio spostare la culla o il lettino nella
stessa direzione nella quale era spostato il bimbo.

Anche l' orientamento del lettino è importante. Ove possibile, posizioniamolo con la testa a nord se vogliamo ottenere una sensazione di relax oppure a nord-est o ad est per un’azione rivitalizzante ed energizzante.

Come per gli adulti, anche il materasso dei bambini non deve avere avvallamenti poiché deve sorreggere correttamente la colonna vertebrale. Le imbottiture più adatte sono quelle in cotone, crine di cavallo, pura lana e fibra di cocco. Per mantenerlo sempre pulito, è bene scuoterlo ogni giorno togliendolo dalla culla e mettendolo all’aria aperta in modo che vengano eliminati la polvere e gli odori. Buona norma anche quella di tenere sotto il materasso una pelle d’agnello o un telo filtrante che assorba l’eventuale “perdita” notturna del bambino.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail