Quando parliamo di giochi educativi, usiamo forse termini troppo generici. Diamo per scontato, in fondo, che tutti noi la pensiamo allo stesso modo, che vogliamo crescere i nostri bambini nel modo più sano possibile, lontano dagli stereotipi e dalle forzature che tanto ammorbano i piccoli del nuovo millennio.

Non sempre, però, è così. Che ne pensate ad esempio di questo puzzle? Le forme da incastrare nella base in legno sono loghi famosi per non dire famosissimi. Ora, so che molti di voi diranno: non c’è niente di male. Tuttavia è davvero opportuno rendere familiari per i nostri figli i marchi più noti?

C’è il rischio che vengano condizionati successivamente nella scelta di un paio di scarpe o di una bibita o di un panino? Oppure il puzzle inserito in un contesto di normalità perde immediatamente il suo potere condizionante (dando per scontato che ne abbia uno). Voi che ne pensate?

Via | Baby Gadget

Iscriviti alla nostra newsletter
I video di Pinkblog Guarda di più

Il vero robot di Gundam si muove

Altro su Educazione Leggi tutto