Le famiglie anticoncezionali ovvero come ridurre la natalità in Italia

Disegno di famiglia

Per capire come mai la natalità è al ribasso in Italia, Sacconi e company dovrebbero andare a cena da una famiglia italiana media. Ove per media intendo: coppia con un solo figlio, stipendi risicati, nessuna donna delle pulizie o tata fissa, nessuna possibilità per la mamma di andare in una beauty farm per riprendersi periodicamente dallo stress familiare.

La voce, signore, si sparge: una ragazza che non è ancora sposata, perché dovrebbe prendere noi come modello di riferimento? Vi ricordate quando eravamo piccole e la vita familiare ci sembrava un idillio? Quella strana idea di famiglia continua fino a che non passiamo dall'altra parte della barricata.

Mi sono sbellicata dalle risate, e immedesimata, leggendo il resoconto di una serata con amici che Panzallaria ha trascorso non poco tempo fa. La coppia A sono gli ospiti, senza figli.

La coppia “A” la sera prima, mettiamo, ha pensato che sarebbe bello un giorno formarsi una famiglia, mettere in cantiere un pupetto, passare lunghi pomeriggi sul divano con un esserino piccolo, piccolo che dorme tantissimo e si sveglia per attaccarsi alla titta di mamma, mentre babbo li guarda sognanti e intanto prepara la cena per la neo mamma, in attesa di potersi sedere nuovamente su quel divano ammirando il creaturo bellissimo e perfetto.


Tutti i sogni della coppia si infrangono già nei primi dieci/quindici minuti trascorsi a casa della coppia con figlia, in cui succede praticamente di tutto (leggere per credere, è tutto vero).

La coppia “A” ad un certo punto, senza che nessuno se ne sia accorto, avrà già afferrato il cappotto e infilato un piede nella porta per tenerla aperta, mentre saluta con la manina e promette che ci si rivedrà presto. Lui ha già messo in moto l’auto, lei ha già tastato dentro alla borsa per capire se ha ancora i preservativi, che vale davvero la pena di usarli per almeno un altro decennio o due…Insomma, la coppia “A” grazie alla coppia “B” ha passato quella che in gergo si chiama
una serata anticoncenzionale. La coppia “B” ha trascorso quella che nel gergo dei genitori sgaruppati (e di poco polso, con un sacco di ammanchi educativi) si chiama una serata del tutto ordinaria.

E' successo anche a voi vero? Io ho un'amica single che ogni volta che passa di casa si chiede addirittura se sia il caso di continuare a cercare l'uomo della sua vita se il risultato è quello che ha sotto gli occhi. Ci tengo a precisare, a lei e a voi, che noi siamo una famiglia felice e quello che vede è il minimo che può aspettarsi.

Di sicuro, guardandoci con gli occhi degli altri non diventa poi così difficile capire come mai appena metti al mondo un bebè gli amici scarseggiano. Adesso aspetto i vostri racconti. Non fateci sentire sole.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail