Tende e tessuti naturali per la cameretta del bambino

curtains Che carine quelle camerette così allegre e ordinate che si vedono sulle riviste per le mamme, vero? Ma al di là dell'estetica, quale dovrebbe essere il criterio di scelta dei tessuti per la cameretta dei bambini?

Non ci sono dubbi di sorta: la scelta non può che essere naturale. I tessuti sintetici, infatti, abbattono gli ioni negativi dell’aria che sono fondamentali per la respirazione e creano dei campi elettrostatici che impediscono a questi stessi ioni di entrare dalla finestra aperta.

Cotone, lino e seta sono i tessuti naturali più adatti per il rivestimento e per le lenzuola di culle e lettini da scegliere in colori tenui come il lilla o l’azzurro. Stesse regole per le copertine e i cuscini che possono anche essere realizzati in crine, lana o canapa in modo che la pelle del bambino possa respirare e sia protetta da allergie e arrossamenti.

Attenzione ai coloranti delle stoffe: vanno bene solo se naturali e privi di sostanze tossiche, altrimenti meglio rinunciare al colore e scegliere tessuti non tinti e non ricamati. Lino e cotone anche per l’eventuale velo che avvolge la culla del bambino: secondo i pediatri, il colore più adatto in questo caso è il porpora che ha un effetto calmante e rilassante e che, quindi, rappresenta quasi una sorta di ninna nanna silenziosa.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail