Natale nelle famiglie allargate: che fatica per il Babbo

palle natale rotte

A dispetto della foto che lo introduce, questo non è un post deprimente. Alla separazione dei genitori con conseguente disgregazione del nucleo familiare, può infatti far seguito una ricostruzione, anche se faticosa, dei rapporti e delle dinamiche. Certo, quando i genitori trovano nuovi compagni e dalle nuove relazioni nascono "nuovi" fratellini, la situazione si complica.

Tempo fa vi avevo parlato di un blog neonato Strati familiari, nato dalla penna di una donna e mamma, che sta vivendo esattamente quanto descritto sopra.

Se vi ritrovate anche voi nella stessa situazione, magari vi farà piacere un confronto o sapere come questi genitori hanno vissuto il loro primo imbarazzato e complicato Natale da separati.

I due volevano trovare un modo per far vivere alla loro bambina delle feste allegre e divertenti e così hanno pensato di organizzare un pranzo come nulla fosse:

Un gruppo decisamente disomogeneo in un ristorante un poco triste e disardorno – del tipo mensa aziendale -, composto da parti di ex famiglia (io, la figlia, l’ex), associati ad un quantitativo omeopatico di nonni presenzialisti, nonostante l’inconsueta location natalizia, e una cognata deliziosa e volenterosa, infine la nuova famiglia del mio ex e un tot di imbarazzo.

Fatta l'esperienza, hanno deciso di dare al Babbo il compito di ripristinare i festosi equilibri di dicembre. Il povero nonnetto ormai da tempo fa la spola tra la casa di lei (dove vive con un nuovo compagno ed una nuova bimba), la casa di lui (dove ci sono un'altra compagna e un'altra bimba) e la casa dei nonni. Alla fine le bambine tutte festanti corrono di qua e di là per star dietro al Babbo che dissemina doni ovunque e così facendo intessono e rafforzano la rete dei rapporti familiari.

Questa bellissima idea non mi ha colta di sorpresa. Personalmente non vengo da una famiglia di separati, ma c'era lo stesso tipo di abitudine nella mia famiglia. In questo modo, inseguendo un Babbo Natale scordone, diventava divertente andare da nonni e zii e tutti vivevano insieme felici lo spacchettamento. Applicare queste dinamiche ad una famiglia che vive un continuo scomporsi e ricomporsi dei rapporti e dei loro significati, mi sembra davvero geniale. Voi che ne pensate?

Foto | Flick

  • shares
  • Mail